Obbligo o Verità – Strategia Social e Digital PR

Per Universal Pictures Italy abbiamo curato le attività di Digital PR e la strategia di comunicazione digital di Obbligo o Verità, l’ultimo film prodotto da Blumhouse.

Abbiamo impostato e gestito il calendario editoriale sui canali ufficiali del film, oltre che a gestire i rapporti con le fan base di Lucy Hale e Tyler Posey, protagonisti del film.

Instagram Story Carousel

In occasione della release abbiamo avuto l’opportunità di testare il nuovo formato messo a disposizione da Instagram: Story Carousel: il formato si compone di 3 immagini/video di 15” in sequenza tra loro con posizionamento nella sezione stories. Sotto ciascuna immagine/video è possibile inserire un link per guidare l’utente ad un sito esterno, facendo lo swipe up.

Abbiamo deciso di sfruttare tutte le potenzialità della piattaforma utilizzando una forma di storytelling interattiva che stimolasse gli utenti ad aumentare le interazioni con le stories.

L’ultimo video conteneva una bottiglia, ripresa dal celebre gioco, in prossimità dello swipe up, in questo modo l’utente che ruotava la bottiglia accedeva direttamente allo showtimes con la possibilità di acquistare direttamente il biglietto.

Il formato è stato sponsorizzato targetizzando diverse audience e l’operazione ha ottenuto ottime performance nella prima settimana dove la novità è stata ben accolta dal target di riferimento.

Sinergia Blumhouse 

La settimana della release abbiamo costruito un piano editoriale sinergico sui social network dei precedenti film Blumhouse: “Auguri per la tua morte” e “Scappa – Get Out”. In questo modo abbiamo avuto modo di intercettare la fan base della casa di produzione horror e aumentare l’awareness sul titolo.

Instagram Stories ADS: opportunità e performance

Instagram Stories ADS

Ad oggi le Instagram Stories capitalizzano 200 milioni di utenti unici, e il 70% di essi segue un brand. Dati estremamente interessanti in chiave business, tanto più se letti alla luce della continua crescita di Instagram anche in termini di utenti giornalieri.

Fin da subito abbiamo approfittato della possibilità di creare Ads Stories (inserzioni su Instagram Stories), declinando la comunicazione su una piattaforma sempre più dinamica e popolare presso il target principale delle grandi distribuzioni cinematografiche nostre clienti.

Tra i vantaggi principali, oltre alla potenza degli strumenti di advertising di Facebook, ci sono indubbiamente:

▶ la possibilità di raggiungere nuove e vaste audience;

▶ la possibilità di utilizzare un formato media da un lato non invasivo, e dall’altro irresistibile: la caratteristica principale delle Stories, infatti, è l’impermanenza, ovvero la loro disponibilità online per un periodo limitato di tempo. Una caratteristica che fa leva sull’attenzione degli utenti, ormai il principale driver della competizione sui social media.

Nella nostra esperienza, il CPM medio è di € 0,60 ovvero circa la metà del costo di campagne sullo stesso pubblico. Ciò significa che a parità di budget, gli utenti unici raggiunti sono quasi il doppio.

Sono performance che fanno delle ADS Stories un ottimo strumento per generare awareness. Per massimizzare i risultati, è inoltre indispensabile una distribuzione strategica dell’investimento che tenga conto delle varie fasi della promozione. Una sensibilità che abbiamo consolidato nel tempo, grazie all’esperienza verticale nel settore. In ogni caso, come sempre, a fare la differenza è il contenuto, che deve essere elaborato tenendo conto sia delle specificità del target, che del contesto nel quale verrà distribuito, che richiede forme e linguaggi informali e intuitivi, e un impegno grafico e creativo di alta qualità.