Rivoluzione Instagram: inizia il test di rimozione del numero di Like sui contenuti

like Instagram

Anticipato da Mark Zuckerberg alla Conferenza per gli sviluppatori di Facebook a San Josè e partito inizialmente in Canada, il test che nasconde il numero di Like sulla piattaforma Instagram arriva anche in Italia: il tasto Like non verrà rimosso ma non sarà visibile pubblicamente il numero dei Mi Piace che possono essere verificati soltanto dal creatore del post.

like Instagram

Si tratta di un grande cambiamento, soprattutto per quella fascia di utenti che fanno di Instagram, una vero e proprio lavoro. Secondo Tara Hopkins, Head of Public Policy EMEA di Instagram, lo scopo è quello di “aiutare le persone a porre l’attenzione su foto e video condivisi e non su quanti Like ricevono”; per la Hopkins solo in questo modo l’esperienza sul social può migliorare. Anche Vincenzo Cosenza, Responsabile marketing di Buzzoole, afferma che gli influencer, in particolare quelli più piccoli, possono beneficiare di questo cambiamento in quanto l’audience non sarà più influenzata dal numero di Like su un determinato contenuto. Inoltre le aziende potrebbero iniziare a porre più attenzione ad altre metriche come la reach (cioè il numero effettivo di persone raggiunte con il contenuto pubblicato), le visualizzazioni, il numero di condivisioni o di commenti.

Non sappiamo ancora quali saranno gli effettivi risvolti (positivi o negativi) di questo cambiamento, ma la notizia ha sicuramente creato subbuglio tra gli influencer. Non ci resta che aspettare per vedere se il test avrà successo o meno.

 

Fonti:

Niente più like su instagram: anche in Italia parte il test di i-D Staff

Niente più Like visibili a tutti sotto i post. La svolta ‘liberatoria’ di Instagram di Alessandro Frau

Instagram nasconde i ‘Like’, al via test in Italia di Redazione ANSA

Facebook aggiorna il suo algoritmo: sono ancora i video a “regnare”?

 

Da sempre il video è considerato il “re” dei contenuti multimediali, ma con l’ultimo aggiornamento dell’algoritmo di Facebook, sono emersi nuovi fattori che impattano sul posizionamento dei video sulla piattaforma. Tali fattori sono la “fidelizzazione“, la “durata del video e delle visualizzazioni” e l'”originalità“. Questi tre elementi sono particolarmente rilevanti, in quanto Facebook darà un maggior peso a:

  • video più ricercati dal pubblico e più visti di settimana in settimana (tipico esempio è “Harley Davidson“, che condivide regolarmente video come parte del loro pilastro di contenuti “Storie in libertà”)
  • durata delle visualizzazioni e dei video stessi, ai quali Facebook darà maggiore visibilità se risultano coinvolgenti, ovvero se catturano l’attenzione per almeno un minuto (vedasi il caso Lululemon UK)
  • originalità dei contenuti, i quali fanno sì che Facebook non limiti la monetizzazione in caso di digital advertising (vedasi il caso Unilad).

Cosa cambia nelle strategie di Social Media Marketing?

Affinché i propri contenuti generino visualizzazioni ed engagement (coinvolgimento), è necessario considerare alcuni elementi:

  • Opportunità di collaborazione ovvero sponsorizzazioni con creator professionisti. In questo contesto, sono gli Influencer ad attirare la maggior parte delle visualizzazioni su Facebook, con il 56% delle visualizzazioni totali.

 

Video Facebook

 

  • Less is more, in quanto è bene assicurarsi che i propri contenuti offrano valore ai fan (vale a dire “investire in qualità, non in quantità“). Un esempio è Fender, che sfrutta il video di Facebook al massimo delle sue potenzialità tramite sessioni di video “dal vivo”. Si pone cioè l’utente finale al centro dell’esperienza.
  • Posizionamento degli annunci: data la crescente concorrenza tra Apple TV +, Disney + e YouTube, è auspicabile pensare che Facebook offrirà agli inserzionisti costi sempre più competitivi, riducendo i prezzi dei posizionamenti video. L’ideale sarebbe quindi individuare un pubblico di nicchia e anticipare i concorrenti nel colpirlo. È un approccio più mirato, che tiene conto di un budget di prova separato, e si concentra esclusivamente sui posizionamenti video. 

In sintesi, non bisogna pubblicare per il gusto di farlo, bensì tenendo conto di una solida strategia di contenuti a tutto tondo, che racconti una grande storia. È importante cercare opportunità di sponsorizzazione per allineare il proprio brand con creatori di contenuti video professionali. Infine, se il budget costituisce un fattore limitante, può risultare vantaggioso sfruttare in maniera intelligente i posizionamenti degli annunci.

 

Fonti:

The Drum: “Is video still king, given the latest Facebook algorithm change?” (https://www.thedrum.com/opinion/2019/05/13/video-still-king-given-the-latest-facebook-algorithm-change?utm_campaign=Newsletter_Daily_EuropeWeekend&utm_source=pardot&utm_medium=email)

Facebook for media: “Best practice e aggiornamenti su video e monetizzazione” (https://www.facebook.com/facebookmedia/blog/best-practices-and-updates-on-video-and-monetization)

Online Video.net: “Video Influencers Get 84% of YouTube Views, 56% of Facebook Views” (http://www.onlinevideo.net/2018/06/video-influencers-youtube-views-facebook/)

 

Instagram introduce il formato orizzontale per IGTV

IGTV

Instagram sta ancora cercando la ricetta giusta per IGTV, il servizio che permette agli utenti di guardare video più lunghi di 60 secondi lanciato quasi un anno fa.

Nel tentativo di incrementare l’utilizzo di IGTV, Instagram ha cambiato il design originale che supportava solamente i formati vertical. Infatti, il social network ha introdotto un design più user friendly che supporta un formato orizzontale dei video in modalità landscape.

La scelta di Instagram ha senso pure da un punto di vista strategico, andandosi a posizionare come competitor di YouTube. Tuttavia, tale formato ancora non prevede monetizzazione, almeno per ora. Infatti, diversi rumor annunciano che Instagram è al lavoro per implementare l’advertising anche per questo formato per permettere ai creator di IGTV video di monetizzare con tali contenuti. A supporto di questi rumor c’è stata l’introduzione, lo scorso febbraio, della possibilità per i creator di inserire nel proprio feed dei post con preview dei loro IGTV video.

I video in formato orizzontale caricati su IGTV saranno mostrati di default in formato vertical. Per passare alla modalità landscape l’utente dovrà selezionare tale modalità e ruotare il proprio smartphone per guardare il video in full screen.

Il supporto di video orizzontali per IGTV è stato richiesto da molti utenti e creator. Infatti, questa nuova feature permetterà agli utenti di creare contenuti nel formato che si adatta meglio alle loro esigenze. Alcune tipologie di contenuti, infatti, non potrebbero performare al massimo in formato vertical. I video in formato vertical funzionano al meglio per i creator che intendono utilizzare un approccio più “vicino e personale”, mentre quelli in formato orizzontale performano meglio quando ci sono più persone nello stesso video e per i così detti high-motion content, come la danza e gli sport.

 

 

Fonte: “Instagram’s IGTV Adds Support for Horizontal Videos – but Still No Monetization” di Todd Spangler.

Instagram: in arrivo i “Branded Content Ads”

Influencer

La scorsa settimana Instagram ha implementato una nuova funzione che permette agli inserzionisti di promuovere i contenuti organici brandizzati degli influencer per raggiungere un pubblico più ampio. Grazie al nuovo tool, gli influencer avranno una nuova opzione grazie alla quale permetteranno ai propri business partner di promuovere i propri post.

I brand avranno accesso ad un pool di utenti maggiore, inclusi coloro che non seguono né l’influencer, né il brand. Prima di questa nuova feature, i brand, potevano raggiungere esclusivamente i follower dell’influencer il cui post veniva sponsorizzato. Adesso, invece, sarà possibile targetizzare un numero maggiore di utenti, andando a beneficiare e dare maggior visibilità sia all’influencer che al brand in questione, sfruttando così nuove sinergie.

Questa funzione, chiamata “Branded Content Ads” ed attualmente ancora in fase di beta testing, era una delle feature più richiesta dalle aziende. Dal blog del gigante social, si annuncia che la feature sarà disponibile a tutti i marketer dal 17 Giugno.

Una nota importante è che Instagram vuole tutelare la trasparenza specificando nel post che il contenuto è soggetto ad una partnership a pagamento con un determinato brand. Questo anche per evitare di incappare in multe o sanzioni dalla Federal Trade Commission.

Instagram, non ha solamente pensato ad incrementare le vendite degli spazi di inserzioni. Infatti la piattaforma sta implementando diverse feature per incoraggiare gli utenti ad acquistare prodotti direttamente da Instagram, volte ad incrementare i ricavi derivanti dall’attività e-commerce. Una di queste feature, in fase di beta testing, permetterà agli utenti di acquistare e pagare i prodotti desiderati senza lasciare l’applicazione.

 

Fonti: “Instagram now lets brands boost organic posts as ads” di Robert Williams

2001: Odissea Nello Spazio – Social Media Management e Digital PR

In concomitanza con l’uscita del trailer italiano del film, che potete vedere qui sotto, siamo orgogliosi di annunciare che seguiremo la gestione dei Social Media e le Digital PR di 2001: Odissea Nello Spazio. Il capolavoro di Stanley Kubrick tornerà al cinema il 4 e il 5 giugno, distribuito da Warner Bros. Italia.


Di seguito la sinossi ufficiale:

2001: ODISSEA NELLO SPAZIO è un conto alla rovescia per il domani, una carta stradale del destino dell’ uomo, una ricerca dell’infinito. È un abbagliante monumento visivo che ha meritato l’Oscar, un’irresistibile interpretazione della lotta dell’uomo contro la macchina, una stupefacente miscela di musica e movimento, un caposaldo così fondamentale, che Steven Spielberg lo considera il Big Bang dal quale ha tratto origine la sua generazione di cineasti.
Forse è il capolavoro di Kubrick regista, che ne ha anche steso la sceneggiatura in collaborazione con Arthur C. Clarke; probabilmente continuerà ad entusiasmare, ispirare, incantare intere generazioni. Per cominciare il suo viaggio nel futuro, Kubrick visita il nostro passato di pitecantropi ancestrali; poi, con uno degli stacchi più fantasmagorici mai concepiti, balza in avanti di millenni fino alla colonizzazione dello spazio; infine proietta l’astronauta Bowman (Keir Dullea) in zone siderali inesplorate, forse fino al regno dell’immortalità. Apri i portelli, HAL. Lasciate che l’ inquietante mistero di un viaggio diverso da tutti gli altri abbia inizio.

IT – La viralità di un capolavoro

Per Warner Bros. Italia abbiamo curato il processo di promozione  di un capolavoro senza tempo: IT di Stephen King, affermato classico del grande scrittore per la prima volta sul grande schermo, supportato da una fanbase appassionata e coesa.

La nostra strategia di Social Media Marketing è stata accurata ed efficace, mirata a colpire il giusto target di utenti con post realizzati sulla pagina ufficiale del film, che hanno generato quasi 1 milione di commenti, reazioni e condivisioni.

Un case study rilevante diventato virale, considerato che il teaser trailer ha totalizzato oltre sei milioni di video views solo nella prima settimana.

Lavorando costantemente per tenere alta l’attenzione della fanbase, abbiamo curato la pubblicazione di materiali altamente performanti, coinvolgendo gli utenti nella narrazione e alimentando il loro hype.

Per coinvolgere attivamente i fan, abbiamo promosso sui canali ufficiali del film e sulle pagine Warner Bros. Italia il contest Fan-Art, creando un legame di complicità e competizione tra gli utenti che si sono sfidati nel ritrarre la loro personale visione di IT.

Il gran lavoro di analisi e di strategia ha consentito di sfruttare al massimo la potenzialità dei social network, contribuendo al successo di uno dei titoli più attesi di questo 2017.